1 Diritto & Questioni Pubbliche 1 (2001)

handle is hein.journals/dirquesp1 and id is 1 raw text is: 


Diritto&questioni pubbliche, 1/2001


          OGGETTIVITA E VERITA DEI VALORI MORALI*


                                              Franco   Viola


        Spesso  l'oggettivith 6 considerata come sinonimo  di verit  o di realth. Vorrei, invece,
     provare a considerarla come  un  concetto distinto da queste nozioi  con cui pure e  certamente
     imparentata. La questione 6 la seguente: in riferimento ai valori possiamo attribuire all'oggettivith
     un senso distinto e autonomo, almeno parzialmente e significativamente, da quello di verit o di
     realt;? Affermare che un valore 6 oggettivo pu6 avere un senso diverso dal voler dire che 6 reale
     o che 6 un valore vero?
        Siamo  di fronte in effetti ad un problema cruciale che 6 dibattuto sia all'intemo della filosofia
     che oggi si chiama  continentale', sia nell'ambito della filosofia anglosassone o analitica2. Ci6
     significa che ci troviamo di fronte ad un problema eminentemente   filosofico in ragione del suo
     spessore transculturale. Per6 bisogna riconoscere che il termine di oggettivith 6 presente nel
     dibattito intemo della filosofia analitica ben pin che in quello della filosofia ermeneutica. Ci6 6
     facilmente  comprensibile in  ragione delle  ascendenze  empiristiche della prima  e  di quelle
     heideggeriane della seconda. Ma questo ci spinge a dedicare alla prima pin attenzione.
        L'enneneutica  heideggeriana si pone in esplicito contrasto con la pretesa oggettivith dei valori
     affermata dalla filosofia dei valori di Scheler. Secondo la lettura di Nietzsche, dietro questa
     oggettivith sta la volonth di potenza, che nella sostanza 6 volonth che pone valori. Questo senso
     dell'oggettivith 6 l'erede ultimo della struttura epistemologica moderna per cui un oggetto 6 sempre
     qualcosa che 6 tale per un soggetto e dipende dalla capacith conoscitiva e volitiva di questo. Al
     contempo  l'oggettivith della filosofia dei valori misconosce il soggetto concreto nella sua storicith e
     individualith, perch6 sottrae la determinazione  dei valori  dal ragionamento   pratico e dalla
     problematica esistenziale della scelta morale. L'oggettivith 6, dunque, condannata in ragione della
     sua  soggettivith e dell'assenza di storicith. Due critiche per certi versi contraddittorie, ma
     conciliabili alla luce del concetto modemo di soggettivitd3. La scommessa dell'ala non relativistica
     della filosofia continentale consiste nel render conto di uno statuto storico dei valori che non li
     condanni  al mero relativismo culturale, pur tenendoli accuratamente lontani da una prospettiva
     ontologica.
        La concezione  di Gadamer  muta, infatti, I'approccio al problema: ora la questione fondamentale
     6 quella di comprendere lo statuto dei valori caratterizzato insieme dalla sua dipendenza da un ethos
     determinato e dalla sua pretesa di assolutezza, piuttosto che restare impantanati nel groviglio dei
     rapporti tra soggettivith e oggettivith. Lasceremo da parte un'analisi della soluzione gadameriana e
     una critica di essa. L'importante 6 ricordare che Gadamer va alla ricerca del modo di render conto di
     uno statuto storico dei valori che non li condanni al mero relativismo culturale, pur tenendoli ben
     lontani da  una  prospettiva ontologica. L'istanza di  fondo  6, dunque,  quella  di perseguire
     un'oggettivith non metafisica dei valori.
        Troviamo   un  orientamento  del  genere, pur  se  dipendente  da  un  orizzonte concettuale
     profondamente  diverso, anche nella filosofia analitica. Qui la problematica dell'oggettivith dei valori


   Questo saggio 6 stato pubblicato in Carmelo Vigna (a cura di), Essere giusti con l'altro, Rosenberg &
Sellier, 1999.
1 F. D'Agostini, Analitici e continentali. Guida allafilosofia degli ultimi trent'anni, Cortina, Milano 1997
e S. Cremaschi (a cura di), Filosofia analitica efilosofia continentale, La Nuova Italia, Firenze 1997.
2 C. Wright, Truth and Objectivity, Harvard University Press, Cambridge, Mass., 1992.
Cfr.  F. Botturi., Ermeneutica e valori, in Ragion pratica, 3, 1995, 4, pp.169-185.


1

What Is HeinOnline?

HeinOnline is a subscription-based resource containing nearly 2,700 academic and legal journals from inception; complete coverage of government documents such as U.S. Statutes at Large, U.S. Code, Federal Register, Code of Federal Regulations, U.S. Reports, and much more. Documents are image-based, fully searchable PDFs with the authority of print combined with the accessibility of a user-friendly and powerful database. For more information, request a quote or trial for your organization below.



Short-term subscription options include 24 hours, 48 hours, or 1 week to HeinOnline with pricing starting as low as $29.95

Access to this content requires a subscription. Please visit the following page to request a quote or trial:

Already a HeinOnline Subscriber?